Pastina all’uovo con cavolfiore e formaggio filante

pastina all'uovo con cavolfiore e formaggio filanteLa pastina all’uovo con cavolfiore e formaggio filante è una minestra molto semplice e confortante. Il suo vero punto di forza è rappresentato dalla grattugiata finale di formaggio filante.

Potete utilizzare il formaggio filante che preferite, che abbia una pasta semidura (e quindi adatta alla grattugia) e una struttura fondente, che cioè con il calore tende a fondersi e a filare. Io ho utilizzato l’Appenzeller, un formaggio a latte crudo vaccino prodotto in una regione ben circoscritta della Svizzera nel rispetto della ricetta tradizionale. Il suo sapore molto aromatico è merito dell’immersione in una salamoia alle erbe, la cui composizione è un segreto gelosamente custodito. Ma non preoccupatevi, molti formaggi svizzeri e valdostani presentano simili caratteristiche di struttura e non avete che l’imbarazzo della scelta: fontina, emmental e groviera sono solo alcuni esempi.

Altre pastine in brodo? Provate ad esempio quella con il broccolo romanesco, quella con i carciofi o quella con le fave.

Ingredienti per 2 persone:

  • 1.5lt di brodo vegetale o classico (n.d.r. io ne tengo sempre qualche porzione in freezer preparata dalla mamma, in una ricetta così semplice, infatti, il brodo buono fa la differenza, però se proprio non avete tempo di prepararlo usate pure il dado, i puristi se ne faranno una ragione e non brucerete all’inferno)
  • 70gr di pastina all’uovo
  • 340gr di cavolfiore in cimette
  • olio evo, sale
  • formaggio a pasta semidura e dalla struttura fondente q.b.

Preparazione:

Versare il brodo in un tegame e portare a bollore. Unire il cavolfiore ridotto in cimette e cuocere per circa 15 minuti.

Trascorso il tempo, unire anche la pastina e portare a cottura per il tempo indicato sulla confezione, mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno. Io ho utilizzato dei tagliolini all’uovo, ma va bene qualsiasi formato di pastina, all’uovo e non.

A cottura ultimata, spegnere il fuoco e regolare se necessario di sale. Io ho preferito portare la minestra ad una consistenza finale concentrata e non eccessivamente liquida e quindi, nel corso della cottura, ho tenuto la fiamma piuttosto alta.

Distribuire nelle fondine e completare con un filo d’olio a crudo e una generosa grattugiata ai fori grossi del formaggio filante prescelto.

FACILE • Preparazione: 5 minuti • Cottura: 25 minuti • 300 cal/porzione

Stampa Stampa


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *