Gnocchetti sardi risottati con zucchine e stracchino

gnocchetti sardi risottati con zucchine e stracchinoGli gnocchetti sardi risottati con zucchine e stracchino sono un primo piatto estivo e leggero, dalla consistenza particolarmente cremosa, ottenuta finendo la cottura in padella insieme al condimento, come si farebbe per un risotto. Io ho utilizzato uno stracchino light, che mi ha consentito di alleggerire ulteriormente la ricetta, ma potete sostituirlo con qualsiasi formaggio cremoso vi capiti sotto mano. In più, si preparano in un attimo!

Gli gnocchetti sardi, anche conosciuti come malloreddus, sono un formato di pasta di grano duro, tipico della cucina sarda. Il termine malloreddus parrebbe essere un diminutivo del termine sardo malloru, che significa toro. I malloreddus, dunque, altro non sarebbero che “vitellini”. Tale paragone deriva probabilmente dalla forma panciuta degli gnocchetti, che ricorda proprio quella di un vitellino. Si presentano come delle piccole conchiglie rigate lunghe circa due centimetri e possono essere conditi con le salse più svariate, anche se la più comune è alla campinadese, ossia con ragù di salsiccia e zafferano.

E se cercate un’altra idea per preparare la pasta risottata vi lascio anche la ricetta della pasta risottata con piselli e pancetta.

Ingredienti per 2 persone:

  • 200gr di gnocchetti sardi
  • 1 zucchina
  • 100gr di stracchino (io ho utilizzato quello light)
  • 1 spicchio d’aglio
  • basilico fresco
  • olio evo, sale, pepe
  • parmigiano grattugiato q.b.

Preparazione:

In una padella antiaderente soffriggere uno spicchio d’aglio sbucciato e schiacciato con la lama del coltello con un cucchiaio d’olio. Unire le zucchine a tocchetti, salare, pepare e cuocere una decina di minuti mantenendole croccanti. Spegnere il fuoco, eliminare l’aglio e unire lo stracchino.

Nel frattempo portare a bollore l’acqua in una capiente pentola, salare e lessare gli gnocchetti sardi scolandoli 4 minuti prima del tempo di cottura e conservando un mestolino della loro acqua.

Trasferire nella padella con il condimento, unire il mestolino d’acqua conservato e terminare la cottura in padella per il restante tempo indicato sulla confezione, mescolando di continuo per favorire il rilascio dell’amido e la mantecatura.

Profumare con un’abbondante macinata di pepe nero e foglioline di basilico fresco, poi servire con una spolverata di parmigiano grattugiato.

FACILE • Preparazione: 10 minuti • Cottura: 25 minuti • 510 cal/porzione

Stampa Stampa



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *