- La Lenticchia - https://lalenticchia.com -

Filetto di San Pietro con finocchi e castagne

Il filetto di San Pietro con finocchi e castagne è un secondo piatto di pesce perfetto per la stagione autunnale. Le castagne possono anche essere sostituite con degli acini di uva bianca senza semi tagliati a metà per il lungo (contatene circa 12 acini). Una ricetta, due varianti, semplici ma allo stesso tempo creative e un po’ riviste rispetto al solito pesce con verdure.

Il pesce San Pietro si riconosce per la macchia scura sulle squame a sfondo chiaro collocata centralmente sui fianchi. Ed è proprio da questa macchia che deriva il suo nome. La leggenda narra infatti che San Pietro, che faceva il pescatore, lo avrebbe catturato, imprimendogli le proprie impronte. Poiché le sue carni sono molto saporite pur essendo molto magre (100 grammi apportano solo 83 calorie), il pesce San Pietro si presta ad essere inserito in una dieta ipocalorica.

Ingredienti per 2 persone:

Preparazione:

Sfilettare il pesce ed eliminare la pelle.

Mondare i finocchi tenendo da parte la barbetta, tagliarli a fettine sottili e saltarli in padella con un filo d’olio per 5 minuti, salando e pepando.

Foderare una teglia con carta da forno e trasferirci i finocchi saltati, poi adagiarvi sopra i filetti di pesce e condire con olio, sale e pepe.

Aggiungere le castagne, poi cuocere in forno statico preriscaldato a 200° per circa 15 minuti.

Sfornare e guarnire con della scorza di limone grattugiata e la barbetta dei finocchi tenuta da parte, poi servire.

FACILE • Preparazione: 10 minuti • Cottura: 20 minuti • 240 cal/porzione