Filetto di orata alla ligure

filetto di orata alla ligure

Stasera in tavola c’è il filetto di orata alla ligure, che più ligure di così non si può, gustato nel tramonto estivo della casa al mare di mamma e papà. Ci sono le olive taggiasche – pregiatissime olive tipiche del Ponente Ligure – e i pinoli, oltre ai pomodorini e alle patate e per completare il tutto un po’ di aromi dell’orticello di casa. La foto non rende, ma d’altronde d’estate al mare, anche la strumentazione da foodblogger seria va in vacanza ;).

Ingredienti per 2 persone:

  • 2 orate medio-piccole, sfilettate e squamate o private della pelle
  • 2 piccole patate
  • 10-15 pomodorini ciliegino
  • pinoli q.b.
  • olive taggiasche sott’olio denocciolate q.b.
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 rametto di timo o rosmarino
  • olio evo, sale, pepe

Preparazione:

Lavare e asciugare le patate, pelarle, tagliarle a rondelle di 3-4 mm di spessore e scottarle in acqua bollente salata per 3-4 minuti.

Con della carta da forno creare un cartoccio e distribuirci le patate scottate, i filetti di orata, i pomodorini tagliati a metà, i pinoli, le olive taggiasche, uno spicchio d’aglio in camicia e qualche aroma a scelta (io ho usato il timo, ma anche il rosmarino si sposa alla perfezione con la ricetta). Condire con un filo d’olio, un pizzico di sale e una macinata di pepe, poi chiudere il cartoccio e cuocere in forno già caldo a 180° per circa 20 minuti.

Una volta pronto, sfornare, eliminare il cartoccio e servite il filetto di orata alla ligure, sentirete che profumo di mare!

FACILE • Preparazione: 10 minuti (se il pescivendolo è così gentile da pulirvi e sfilettarvi l’orata, altrimenti qualcosa di più a seconda della vostra manualità) • Cottura: 25 minuti • 560 cal/porzione

Stampa Stampa



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *