Vellutata di cavolfiore e porcini

Avevo inizialmente deciso di non inserire questa ricetta sul blog, talmente semplice e banale era la sua preparazione. Avendo perΓ² ricevuto esplicita richiesta (ogni riferimento Γ¨ puramente casuale), ecco qui svelati tutti i miei segreti. πŸ˜‰

La ricetta Γ¨ sempre la stessa, potete variare gli ortaggi utilizzati a seconda di gusti/stagioni/cosa vi avanza nel frigo/estro creativo del momento, mantenendo piΓΉ o meno invariati procedimento e quantitΓ .

La maggior parte delle ricette per la vellutata ha tra gli ingredienti patate o panna, utili a renderla piΓΉ cremosa e consistente, aumentandone perΓ² l’apporto calorico. Le mie vellutate invece sono sempre a base vegetale e la patata Γ¨ inserita solo se questa Γ¨ l’ingrediente principale della preparazione (ad esempio per la vellutata di patate e porri).

Ingredienti per 2 persone:

  • 600gr di cimette di cavolfiore
  • 80gr di porcini (peso giΓ  puliti)
  • 1 dado vegetale
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • olio evo, sale, pepe

Preparazione:

Privare i porcini della parte terrosa del gambo e pulirli con carta da cucina umida. Staccare i gambi con un movimento rotatorio e tagliare tutto a pezzetti.

In un tegame capiente mettere le cimette di cavolfiore e il dado, coprire con acqua fredda (indicativamente 1.25-1.5l) e cuocere per 15 minuti. A metΓ  cottura unire anche i porcini.

A cottura ultimata prelevare i porcini con una schiumarola e tenere da parte.

Frullare il resto con un minipimer, regolare di sale, quindi portare alla consistenza desiderata: se dovesse risultare troppo densa, aggiungere un po’ di acqua calda, mentre se dovesse risultare troppo liquida, rimettere brevemente sul fuoco alzando la fiamma.

Distribuire nei piatti e guarnire con i porcini tenuti da parte, prezzemolo tritato, una macinata di pepe nero e un filo d’olio a crudo.

FACILE β€’ Preparazione: 5 minutiΒ β€’ Cottura: 15 minuti β€’ 140 cal/porzione

È la mia ricettaΒ salvacena e salvalinea! πŸ˜‰

Stampa Stampa



2 thoughts on “Vellutata di cavolfiore e porcini”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarΓ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *