Torta leggera alle pesche e yogurt

torta leggera alle pesche e yogurttorta leggera alle pesche e yogurt 2Una torta facile facile, quasi non serve la bilancia, ingredienti semplici che mi sono già procurata nei giorni precedenti, tutto dovrebbe filare liscio e senza intoppi. Eppure, alle 19.35 di un venerdì sera estivo, mi sono ritrovata, in pieno look da casalinga disperata (leggasi pigiama, infradito e capelli raccolti con una di quelle pinze a becco davvero poco attraenti), in una delle vie più frequentate della movida milanese, alla disperata ricerca di burro e olio di semi. Sì perchè, nella cucina di una salutista convinta, burro e olio di semi non sono gli ingredienti più utilizzati e quindi risultavano scaduti da un bel pezzo. E sì, avrei potuto comodamente sostituire entrambi con l’olio extravergine d’oliva, ma sono una perfezionista e se la ricetta dice “mezzo vasetto di olio di semi” e “imburrare e infarinare lo stampo” non riesco a fare a meno di ascoltarla.
Fortuna che, complici le mie maniere da nonna papera, i principali negozianti della zona mi conoscono bene e che il salumiere sotto casa, mosso dalla compassione, si sia offerto di regalarmi gli ingredienti che mi mancavano. Torno in casa e riprendo da dove mi ero interrotta. La torta però è venuta un capolavoro!

Ingredienti per uno stampo da 24cm:

  • 1 vasetto di yogurt da 150gr alla pesca o vaniglia (il Vipiteno ha vasetti in vetro di questa dimensione, in alternativa andrà benissimo quello classico da 125gr)
  • 2 vasetti di farina 00 e 1 vasetto di fecola di patate (o 3 vasetti di farina)
  • 1 vasetto di mandorle pelate e frullate (ca. 80gr)
  • 3 uova divise tra albumi e tuorli a temperatura ambiente
  • 1 pizzico di sale
  • 1/2 vasetto di olio di semi
  • 1 vasetto di zucchero semolato
  • 1 limone, succo (ca. 50gr) e scorza
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 3 pesche noci a cubetti sbucciate
  • 1 pesca e mezza noci a fettine sottili con la buccia
  • confettura di pesche (una monoporzione da 25gr)
  • burro e farina q.b. per imburrare e infarinare lo stampo

Preparazione:

Montare gli albumi a neve con un pizzico di sale e tenere da parte.

In una planetaria versare lo yogurt, poi sciacquare e asciugare il vasetto per dosare gli altri ingredienti. Aggiungere lo zucchero e iniziare a montare con le fruste elettriche. Unire anche i tuorli, il succo e la scorza grattugiata del limone e l’olio. Continuare a montare e incorporare farina, fecola e lievito setacciati, un cucchiaio per volta, e le mandorle. Spegnere le fruste e aggiungere le pesche a cubetti mescolando con un cucchiaio. Infine incorporare gli albumi poco per volta mescolando delicatamente con una spatola dall’alto verso il basso.

Versare il composto nello stampo imburrato e infarinato. Disporre sulla superficie le fettine di pesca a raggiera, partendo dal bordo esterno e accavallandole leggermente.

Infornare in forno statico preriscaldato a 180° per circa 1 ora, coprendo verso fine cottura con un foglio di alluminio per evitare che la superficie della torta scurisca troppo. Fare la prova stecchino per verificare la cottura, è comunque normale che le torte alla frutta rimangano un po’ umide.

Sfornare la torta e lasciarla intiepidire 10 minuti. Nel frattempo versare la  confettura in un pentolino e scaldarla a fuoco basso, poi spennellarla sulla superficie della torta.

Lasciar raffreddare completamente, poi sformare su un piatto da portata. A questo punto potete divorare la torta senza troppi sensi di colpa, tanto è leggera! Nell’improbabile caso in cui dovesse avanzarne, conservatela in frigo.

Stampa Stampa


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *