Timballo di zucca con noci e ricotta

timballo di zucca con noci e ricotta timballo di zucca con noci e ricotta 2Cosa c’è di meglio di un gustoso sformato per rendere omaggio alla regina indiscussa degli ortaggi della stagione fredda? Mi riferisco alla zucca, che io adoro in tutte le salse e ancora di più quando, da semplice accompagnamento, si fa protagonista della ricetta. Ecco quindi che nasce questo leggero timballo di zucca con noci e ricotta. E se volete alleggerirlo ulteriormente, utilizzate ricotta light ed omettete il parmigiano, ne risulterà una piatto ugualmente gustoso!

Ingredienti per 2 persone:

  • 600gr di polpa di zucca
  • 250gr di ricotta
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato (facoltativo)
  • 20gr di gherigli di noce
  • olio evo, sale, pepe

Preparazione:

Pulire la zucca eliminando buccia, semi e filamenti, poi tagliarla a fette spesse mezzo centimetro e disporle su una placca da forno foderata. Condire con un filo d’olio, sale e pepe e infornare in forno statico preriscaldato a 160° per 10-15 minuti. Trascorso il tempo, sfornare la zucca e alzare la temperatura del forno a 175°, servirà poco dopo per cuocervi il timballo.

In un recipiente mescolare la ricotta con l’uovo, il parmigiano grattugiato e i gherigli di noce tritati grossolanamente, poi regolare di sale e pepe.

Foderare una teglia o delle cocotte monoporzione con carta da forno leggermente stropicciata con le mani (serve per farla aderire meglio) o, in alternativa, imburrare e cospargere con pangrattato.

Fare un primo strato con le fette di zucca, accavallandole leggermente, poi distribuire sopra metà della crema di ricotta e ripetere con un secondo strato di zucca e l’altra metà della crema di ricotta. Ultimare con un ultimo strato di zucca, poi infornare in forno statico preriscaldato a 175° per circa 40 minuti.

Una volta giunto a cottura, sfornare il timballo e lasciarlo leggermente intiepidire, poi sformare e servire tagliato a fette.

FACILE • Preparazione: 10 minuti • Cottura: 55 minuti • 435 cal/porzione

Stampa Stampa



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *