Scarola stufata alla napoletana

Cugina della cicoria, l’indivia scarola è un ortaggio tipico dell’autunno e dell’inverno. Ricca d’acqua e con pochissime calorie, è molto utilizzata nelle ricette del Sud Italia, protagonista di famosi piatti come la pizza ripiena di scarola. Qui la interpreto nel più classico dei modi: a contorno, stufata e accompagnata da ingredienti saporiti come olive, capperi, pinoli ed uvetta.

Con quella che mi è avanzata ne ho fatto una minestra di scarola e patate, cuocendola nel brodo e frullandone una parte per ottenere una minestra da condire con olio, pepe e peperoncino.

Ingredienti per 2 persone:

  • mezzo cespo di indivia scarola (circa 300gr)
  • 1 spicchio d’aglio
  • 10-15 olive nere (io ho utilizzato delle olive greche Kalamata perché in frigo avevo quelle aperte e il mio mantra è mai sprecare il cibo, ma le taggiasche o quelle di Gaeta o quelle di Itrana si prestano anche molto bene)
  • una manciata di capperi
  • una manciata di pinoli
  • una manciata di uvetta
  • olio evo, sale, pepe

Preparazione:

Dissalare i capperi e ammollare l’uvetta sciacquando entrambi sotto acqua corrente e lasciando una mezzoretta a bagno.

Pulire la scarola eliminando la parte che tiene insieme le foglie e lavandola sotto acqua corrente. Spezzarla con le mani riducendo le foglie a metà e metterla in una capiente pentola senza strizzarla. Mettere sul fuoco con il coperchio girando dopo qualche minuto e togliere quando tutte le foglie saranno appassite. Scolare se eventualmente fosse rimasta un po’ di acqua di vegetazione.

In un tegame rosolare uno spicchio d’aglio in camicia con un filo d’olio, poi unire la scarola appassita, le olive, i capperi, i pinoli e l’uvetta. Regolare di sale e pepe e cuocere con il coperchio per una decina di minuti, aggiungendo se necessario un po’ d’acqua calda.

A cottura completa eliminare l’aglio e servire.

FACILE • Preparazione: 5 minuti (+ 30 minuti di ammollo per capperi e uvetta) • Cottura: 15 minuti • 140 cal/porzione

Stampa Stampa


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *