Ragù di lenticchie

   Quando vado a far visita ai miei, sono quasi sempre io a cucinare. Mi piace approfittare, quando posso, di nuove cavie a cui far provare la mia cucina, anche se per mia mamma qualsiasi cosa io le prepari è sempre buonissima. Cuore di mamma. Quindi questo ragù l’ho preparato a casa dei miei, usufruendo di un sous-chef di alto livello: il mio papà. Praticamente funziona così: io dirigo i lavori e lui fa la manovalanza. Avercelo un aiuto così tutti i giorni! Invece, generalmente, il mio fidanzato, alla meglio, se ne sta buono sul divano a leggere e, alla peggio, mi disturba chiedendo spuntini di vario genere mentre cerco di preparare la cena. In ogni caso, per me, questo rimane comunque il momento più bello e romantico della giornata!  

Ingredienti per 4 persone:

  • 150gr di lenticchie verdi grandi secche
  • 200gr di champignon
  • 1 porro
  • 1 carota
  • 1 spicchio d’aglio
  • 400gr di passata di pomodoro (poco più di mezza bottiglia)
  • 1 cucchiaino di origano secco
  • olio evo, sale, pepe

Preparazione:

Mettere le lenticchie in ammollo per qualche ora, poi scolarle e risciacquarle sotto l’acqua corrente. Trasferirle in una pentola e ricoprirle di abbondante acqua fredda, portare a bollore e cuocere per circa 30 minuti a fuoco basso con il coperchio, salando verso fine cottura. Una volta pronte, scolarle.

Pelare la carota, poi tagliare questa e il porro a tocchetti e farli soffriggere in un tegame con l’olio.

Lavare e mondare gli champignon e tagliarli a fettine. Unire gli champignon e lo spicchio d’aglio nel tegame, far appassire il tutto per 5 minuti a fuoco medio, quindi unire la passata di pomodoro, le lenticchie, l’origano e un bicchiere di acqua calda. Abbassare la fiamma e cuocere ancora 20 minuti. Aggiustare di sale e pepe e condire la pasta. Pennette integrali per me!

Gli ospiti hanno gradito, anche se non sapremo mai se era un giudizio imparziale o oscurato dall’amore incondizionato dei miei genitori verso la loro bambina. Un po’ cresciuta.

Stampa Stampa



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *