Nido di spaghetti di zucchine con uovo poché

nido di spaghetti di zucchine con uovo pochéGli spaghetti di zucchine, anche conosciuti come noodles di zucchine o zoodles, sono un’idea originale per un primo piatto fresco e leggero, l’ideale per i primi pranzi all’aperto. Sono versatilissimi e, come i classici spaghetti, possono essere conditi con ciò che preferite, da una salsa di pomodoro fresco, a un condimento a base di pesto, pomodorini e pinoli o ancora dadini di avocado, pomodorini e olive, insomma spazio alla fantasia, ma soprattutto ai colori, perché questo è il tipico piatto che si assapora prima con gli occhi che con la bocca!

In questa occasione vi propongo gli spaghetti di zucchine a forma di nido, che accoglie quanto di più appropriato si possa trovare in un nido: un uovo, versione poché. A completare il tutto basilico fresco e delle friselle sbriciolate.

Ingredienti per 2 persone:

  • 4 zucchine grandi (io ho usato quelle chiare, le prediligo perché più particolari e perché mi danno l’idea di essere cresciute all’aria aperta, nella loro stagione e in qualche campagna italiana, piuttosto che essere le zucchine di serra che si trovano nei supermercati anche a gennaio)
  • 2 uova grandi (giusto perché adoro sperimentare ho usato delle uova di tacchinella che ho trovato – ad un prezzo decisamente troppo alto – al mercato di Viale Papiniano a Milano, ma che ci vuoi fare, la curiosità è donna, non le avevo mai provate e alla fine ha vinto la mia voglia di novità rispetto all’attenzione al portafogli)
  • mezza frisella integrale
  • qualche foglia di basilico fresco
  • 1 cucchiaio di aceto di vino bianco
  • olio evo, sale, pepe

Preparazione:

Per preparare gli spaghetti di zucchine esiste in commercio l’apposito attrezzo, chiamato spiralizzatore; lo potete trovare sia elettrico che a forma di semplice temperino per verdure. Se però non l’avete o valutate non valga la pena di acquistarlo, potete tranquillamente utilizzare, come ho fatto io, un semplice coltello dalla lama ben affilata. In questo caso occorre semplicemente tagliare le zucchine prima a fettine sottilissime e poi a striscioline. È un procedimento un po’ lungo e laborioso, ma se non dovete preparare gli spaghetti di zucchine per una tavolata da 6 persone, è assolutamente fattibile. Salare gli spaghetti di zucchine e saltarli in una padella antiaderente con un filo d’olio a fuoco vivace per 1-2 minuti, finché non si asciugheranno completamente dall’acqua di vegetazione.

Per le briciole di frisella, chiudere la frisella in un sacchetto gelo e sbriciolarla battendo con un batticarne.

Prima di passare alla preparazione dell’uovo, un breve approfondimento sulle uova di tacchinella. Sono più grandi di quelle di gallina, leggermente più ricche di grassi, con più tuorlo e meno albumi. Il loro guscio è color crema con macchioline più scure e il sapore è molto simile a quello delle uova di gallina. Trovarle in commercio non è semplice, dato che la loro produzione è poco economica. I tacchini infatti producono molte meno uova rispetto alle galline, circa 100 l’anno contro le 300 uova annue delle più prolifiche cugine. I tacchini per questo motivo vengono solo in rari casi allevati per la produzione di uova.

Per preparare l’uovo poché (che altro non è che la versione francese dell’uovo in camicia), portare l’acqua a bollore in un pentolino capiente, poi unire un pugnetto di sale grosso, un cucchiaio abbondante di aceto di vino bianco e abbassare leggermente la fiamma. L’acqua dovrà solo sobbollire. Procedere con la preparazione di un uovo alla volta. Creare un vortice con il cucchiaio nel pentolino, poi versarci dentro l’uovo (precedentemente aperto in un piatto) e lasciare per 3-4 minuti (più grande l’uovo più lungo il tempo, per le uova medie sono giusti 3 minuti), senza più toccare l’acqua con il cucchiaio. Passato il tempo, prelevare l’uovo con una schiumarola. Procedere con la preparazione delle uova successive al primo secondo il medesimo procedimento, avendo cura, tra la preparazione di un uovo e l’altro, di alzare qualche secondo la fiamma per far rialzare la temperatura dell’acqua. Se avete difficoltà nella preparazione, trovate qui alcuni utili suggerimenti per il perfetto uovo in camicia.

Una volta pronti tutti i componenti, potete procedere alla composizione del piatto: arrotolare gli spaghetti di zucchine aiutandosi con mestolo e forchetta e disporli nei piatti da portata. Adagiare al centro l’uovo poché e cospargere con le briciole di frisella, una macinata di pepe e qualche foglia di basilico fresco. Completare con un filo d’olio a crudo e servire.

FACILE • Preparazione: 20 minuti • Cottura: 10 minuti • 250 cal/porzione

Stampa Stampa


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *