Gramigna con le fave

gramigna con le favePer chi non la conoscesse, la gramigna è un formato di pasta simile ad un bucatino corto leggermente attorcigliato, originario della cucina bolognese. Nasce come pasta all’uovo, ma si è diffusa maggiormente come pasta secca per velocità e praticità nell’uso. Anche se da tradizione il sugo migliore da abbinarci è quello con la salsiccia, vi lascio oggi la mia ricetta della gramigna con le fave. Arriva direttamente dalla cucina di nonna Concetta e le nonne, si sa, di cucina se ne intendono parecchio.

Da tradizione a casa nostra si mangiava la gramigna con le fave il primo di maggio, in occasione della festa dei lavoratori. A casa della nonna venivano apparecchiati due grandi tavoli, quello dei grandi e quello, dove sedevo io, dei bambini, ai quali, invece della pasta con le fave, non troppo gradita al palato dei più piccoli, era servita pasta al pomodoro.

Ora sono cresciuta e la minestra con le fave piace molto anche a me, quindi eccola qui, nella versione originale della nonna, a cui a volte lei aggiungeva un po’ di pancetta e/o dei piselli.

L’abbinamento pastina in brodo e ortaggi verdi è uno dei miei comfort food d’elezione, provatelo anche nella versione con i carciofi o con il broccolo romanesco.

Ingredienti per 2 persone:

  • 1kg di fave in bacelli (peso da sgranate circa 300gr)
  • 80gr di pasta formato gramigna
  • mezza cipolla dorata
  • 4 bicchieri di brodo vegetale o classico
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • olio evo, sale, pepe

Preparazione:

In un tegame fare un soffritto con un filo d’olio e la cipolla tritata, poi unire le fave sgranate e private dell’occhio e lasciar insaporire un paio di minuti. Coprire con il brodo caldo e lasciar cuocere per circa 20 minuti a fuoco lento, finchè saranno morbide.

Unire la pasta e portare a cottura, aggiungendo altro brodo se necessario e aggiustando di sale e pepe a fine cottura.

Profumare con del prezzemolo tritato, trasferire nelle fondine e servire.

FACILE • Preparazione: 15 minuti • Cottura: 30 minuti • 310 cal/porzione

Stampa Stampa



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *