Cardi e zucca alle mandorle piccanti

cardi e zucca alle mandorle piccanti

Esteticamente simili ad un grosso sedano, i cardi sono un ortaggio reperibile principalmente in inverno, appartenente alla famiglia dei carciofi. Ne esistono due varietà principali: il cardo selvatico, utilizzato anche per la preparazione del caglio vegetale per produrre i formaggi e il cardo domestico, ovvero quello coltivato, più utilizzato in cucina e spesso sottoposto come i radicchi ed altre insalate ad imbianchimento. Le parti che si usano in cucina sono i piccioli, ovvero le coste, la parte più interna della pianta, più tenera e gustosa. Vengono solitamente consumati cotti e io oggi ci ho preparato un gustoso contorno di cardi e zucca alle mandorle piccanti, prendendo ispirazione da un vecchio numero della rivista Sale e Pepe.

Devo ammettere che era la prima volta che cucinavo e mangiavo i cardi e all’inizio ero molto scettica, ma mi sono assolutamente ricreduta, quindi, se non li avete mai assaggiati, provateci anche voi e vedrete che piacevole e salutare sorpresa. Oltre ad essere molto buoni così preparati, i cardi sono ricchi di acqua, fibre e sali minerali, e uniscono un alto potere saziante a un bassissimo apporto calorico. Rinomati per le loro virtù depurative e protettive, i cardi possiedono inoltre eccellenti proprietà antiossidanti, che aiutano a prevenire i danni da radicali liberi e facilitano l’eliminazione di scorie e tossine.

Ingredienti per 2 persone:

  • 270gr di polpa di zucca pulita
  • 200gr di cardi puliti
  • 10gr di mandorle a lamelle
  • peperoncino in polvere q.b.
  • succo di una clementina
  • succo di mezzo limone
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio evo, sale, pepe

Preparazione:

Pulire i cardi staccando le singole coste ed eliminando i filamenti, come si fa per il sedano. Sciacquare bene sotto acqua corrente, poi tagliare ciascuna costa in 2-3 pezzi e metterli a bagno in acqua acidulata con del succo di limone per evitare che anneriscano.

Scolare e lessare i cardi in acqua bollente salata per circa 25 minuti, poi scolarli e tenerli da parte.

Nel frattempo pulire la zucca eliminando buccia, semi e filamenti, poi tagliarla a cubotti non troppo piccoli e cuocerla al vapore per 10 minuti, salando.

Tostare le mandorle in una padella antiaderente senza grassi con un pizzico di peperoncino.

Scaldare un filo d’olio in padella con uno spicchio d’aglio sbucciato e schiacciato. Unire la zucca e i cardi e lasciar insaporire qualche minuto, poi sfumare a fiamma vivace con il succo di clementina e lasciar evaporare. Completare con le mandorle piccanti tostate, poi spegnere il fuoco ed eliminare l’aglio.

Il vostro contorno di cardi e zucca alle mandorle piccanti è pronto per essere servito.

Stampa Stampa


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *