Caponata di carciofi

caponata di carciofiMa cosa è la caponata? Formalmente è uno dei più noti contorni della cucina siciliana, composto da un insieme di ortaggi fritti – per lo più melanzane – conditi con sugo di pomodoro, sedano, cipolla, olive e capperi, in salsa agrodolce. Ne esistono numerose varianti, a seconda degli ingredienti, e la mia si spinge un po’ oltre, cambiando l’ingrediente protagonista della ricetta e il metodo principe di cottura, ma lasciando invariato il tipico sapore e profumo agrodolce e gli altri componenti.

Altri contorni con i carciofi? Provate la mia versione della vignarola, perfetta per questa stagione!

Ingredienti per 2 persone:

  • 4 carciofi con le spine
  • 1 costa di sedano
  • mezza cipolla dorata
  • 1 cucchiaio di capperi sotto sale dissalati
  • 1 cucchiaio di pinoli
  • 20gr di uvetta eventualmente ammollata e asciugata
  • 50gr di olive verdi denocciolate a rondelle
  • 90gr di pomodorini tagliati a metà o in quarti
  • 2 cucchiai di aceto di mele
  • 1 cucchiaino scarso di zucchero
  • basilico fresco
  • succo di limone
  • olio evo, sale, pepe

Preparazione:

Pulire i carciofi eliminando le foglie esterne più dure e il fieno interno, poi tagliare i cuori a spicchi e i gambi a metà per il lungo e immergere tutto nell’acqua acidulata con del succo di limone. Per una spiegazione più esaustiva sulla pulizia dei carciofi, vi rimando a questa vecchia ricetta, dove avevo anche preparato un breve video esplicativo.

Portare a bollore un pentolino di acqua salata e sbollentarvi per 2 minuti il sedano a rondelle, poi prelevarlo con una schiumarola. Nella stessa acqua unire qualche goccia di succo di limone e tuffarvi i carciofi, lasciandoli cuocere per circa 5 minuti, poi scolare e tenere da parte.

Nel frattempo far appassire la cipolla tritata in un tegame con due cucchiai d’olio, poi unire il sedano, i capperi, i pinoli, l’uvetta, le olive e i pomodorini e lasciar insaporire qualche minuto.

Sciogliere 1 cucchiaino di zucchero in 2 cucchiai di aceto di mele e versare nel tegame, lasciando evaporare.

Unire anche i carciofi precedentemente sbollentati e portare a cottura per una decina di minuti, aggiungendo se necessario un po’ di acqua calda.

A fine cottura regolare di sale e pepe e profumare con del basilico fresco spezzettato con le mani. Lasciar intiepidire a servire. Diventa ancora più buona se lasciata completamente raffreddare.

FACILE • Preparazione: 20 minuti (+ una mezzoretta per dissalare i capperi e ammollare l’uvetta) • Cottura: 30 minuti • 240 cal/porzione

Stampa Stampa


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *