Calamarata con zucchine fiorite pomodorini gialli e bottarga

calamarata con zucchine fiorite pomodorini gialli e bottargaL: “Sai Ali, nel weekend vado a Trapani.” A: “Molto interessante, mi porti un regalo? Della bottarga di tonno per la precisione, grazie!” πŸ˜‰

E cosΓ¬ mi ritrovo, in una tiepida serata primaverile a casa di amici, a preparare calamarata con bottarga per tutti. L’ingrediente Γ¨ un po’ ostico e occorre far attenzione a dosare correttamente il sale nell’acqua di cottura della pasta e nel sugo, ma a parte questo la ricetta Γ¨ di facilissima esecuzione, cosΓ¬ la potete preparare espressa davanti ai vostri amici senza alcuna ansia da prestazione. Quando una si spaccia per foodblogger, d’altronde, le aspettative sono sempre elevate! πŸ˜€

Le tonnare per la pesca del tonno rosso vantano un’antica tradizione e sono state di grandissima importanza nell’economia delle nostre isole nel passato. Nelle tonnare siciliane (Trapani, Favignana, Capo Passero, Formica, Bonagia, Scopello, Castellammare del Golfo, San Vito Lo Capo, Portopalo e Capo Granitola) e in quelle sarde (Sant’Antioco e Carloforte), nei secoli le piΓΉ floride e importanti del Mediterraneo, la pesca avveniva attraverso la mattanza.Β La pesca con la tonnara in Sicilia fu introdotta dagli arabi intorno all’anno 1000 e proseguita poi dagli spagnoli. Nel 1800 ci fu la massima espansione, con la famiglia Florio che arrivΓ² a possedere decine di tonnare siciliane.

Ingredienti per 4 persone:

  • 400gr di calamarata
  • 60gr di bottarga di tonno
  • 4 piccole zucchine (quelle con il fiore attaccato), oppure 2 zucchine normali
  • una quindicina di pomodorini gialli
  • 8 fiori di zucchina
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • olio evo, sale

Preparazione:

Far rosolare uno spicchio d’aglio sbucciato e schiacciato in un tegame con un paio di cucchiai d’olio, poi unire le zucchine, lavate e tagliate a rondelle e, dopo qualche minuto, i pomodorini, lavati e tagliati in quarti. Condire con un pizzico di sale e saltare per qualche minuto, poi sfumare con il vino bianco. Lasciar evaporare e portare a cottura per una decina di minuti a fuoco medio-basso.

Pulire i fiori di zucca staccando le escrescenze laterali alla base del fiore, eliminare il pistillo e tagliare a listarelle. Unire anche questi ultimi nel tegame con le zucchine e i pomodorini e cuocere altri 5 minuti. A termine cottura, eliminare l’aglio.

Nel frattempo portare a bollore abbondante acqua solo leggermente salata (la bottarga ha giΓ  di suo un’elevata sapiditΓ , quindi meglio non eccedere di sale nella pasta) e lessarvi la pasta al dente.

Scolare la pasta conservando qualche mestolo della sua acqua di cottura e trasferirla nel tegame con il condimento. Unire la bottarga privata della pellicina e grattugiata (tenetene un po’ per la finitura del piatto) e saltare tutto insieme a fiamma vivace per qualche minuto. Per favorire la mantecatura unire un po’ dell’acqua di cottura tenuta da parte e un giro d’olio.

Trasferire nei piatti e servire con un’ulteriore spolverata di bottarga grattugiata.

FACILE β€’ Preparazione: 15 minuti β€’ Cottura: 20 minuti β€’ 500 cal/porzione

Stampa Stampa



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarΓ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *