Baccalà in vasocottura con asparagi e pomodorini

baccalà in vasocottura con asparagi e pomodorini 2 baccalà in vasocottura con asparagi e pomodoriniPer la preparazione di questa ricetta ho utilizzato lo stoccafisso essiccato, un souvenir che mi sono regalata dal mio recente viaggio ad Oslo. Per reidratarlo occorre metterlo in una ciotola, ricoprirlo con abbondante acqua fredda, coprire con la pellicola trasparente e riporre in frigo per 7-10 giorni, cambiando l’acqua una volta al giorno. Una volta ammollato scolarlo, tamponarlo con carta da cucina e conservarlo in frigo per al massimo 2-3 giorni. Alternativamente, così reidratato, potete congelarlo per poi utilizzarlo all’occorrenza.

Lo stoccafisso norvegese, una volta pescato nella stagione primaverile a largo delle isole Lofoten, viene eviscerato direttamente a bordo, poi legato a coppie e infine lasciato essiccare per 3 mesi su apposite rastrelliere.

La leggenda narra che lo stoccafisso arrivò in Italia grazie al navigatore Pietro Querini, che naufragò sull’isola Røst, in Norvegia, dove restò per 11 giorni, portando con sé, al suo ritorno, lo stoccafisso.

La differenza tra stoccafisso e baccalà? Si tratta sempre di merluzzo, ma mentre il primo è essiccato all’aria aperta, il secondo è conservato sotto sale. Ma lo sapevate che il tipico baccalà mantecato veneziano in realtà non è baccalà ma stoccafisso?! Good to know!

Altre ricette preparate con la tecnica della vasocottura? Provate il merluzzo in vasocottura con ceci e patate.

E con il baccalà? Provate il baccalà alla pizzaiola.

Ingredienti per 2 persone (2 vasetti):

  • 230gr di stoccafisso ammollato o baccalà ammollato o merluzzo fresco
  • 10 asparagi (io ho usato i violetti di Albenga)
  • 200gr di pomodorini ciliegino
  • 2 ciuffi di prezzemolo
  • olio evo, sale, pepe

Preparazione:

Tagliare il baccalà a pezzetti grossolani. Pulire gli asparagi, poi tagliare i gambi a rondelle, lasciando le punte intere. Tagliare i pomodorini a metà o in quarti a seconda delle dimensioni. Condire asparagi e pomodorini con un filo d’olio, sale e pepe.

Ungere i vasetti con un po’ d’olio, poi riempirli fino all’orlo (in cottura perderanno volume) con strati alternati di baccalà, asparagi (conservare le punte per la superficie del vasetto), pomodorini e prezzemolo tritato, fino ad esaurimento degli ingredienti. Condire con una macinata di pepe nero e una spolverata di prezzemolo tritato, poi chiuderli.

Portare a bollore l’acqua in una pentola capiente, poi immergervi i vasetti avvolti in un canovaccio in modo che non si rompano in cottura sbattendo tra loro. Cuocere a pentola coperta per circa 40 minuti, poi scolare.

Buono sia caldo che freddo, si serve direttamente nei vasetti, da aprire al momento di consumarli. Sentirete che profumo!

FACILE • Preparazione: 10 minuti • Cottura: 40 minuti • 195 cal/porzione

Stampa Stampa


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *